BREVE

CHIETI A 70 ANNI DALLA LIBERAZIONE: CITTADINANZA ONORARIA ALLA “NEMBO”

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

750



CHIETI. Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, questa mattina, in occasione della ricorrenza del 70° anniversario della liberazione della città di Chieti dall’occupazione tedesca, ha conferito, nel corso di un Consiglio Comunale Solenne svoltosi presso il Teatro Marrucino, la cittadinanza onoraria al 183° Reggimento Paracadutisti “Nembo” che per primo entrò a Chieti nel giugno 1944, con la seguente motivazione “Al Reggimento Paracadutisti, erede delle gloriose tradizioni del 183° e 184° Reggimento della Divisione Nembo che, nel giugno 1944, hanno contribuito in modo determinate alla liberazione della provincia e della città di Chieti. In particolare, il 9 giugno, i paracadutisti della Nembo, animati dal loro servizio all’Italia da spiccata generosità ed elevato spirito di sacrificio, con una ardita e non usuale manovra, giungevano in Chieti, eliminavano le forze tedesche presenti ed impedivano la distruzione di numerosi edifici, ponti e strade già predisposta dal nemico. A Chieti, primo capoluogo di provincia d’Italia ad essere liberato unicamente da unità del nostro Esercito, i paracadutisti della Nembo hanno dato un chiaro esempio, in un tragico momento della storia nazionale delle più belle virtù del popolo italiano”.

A ritirare la Cittadinanza Onoraria, rappresentanti del 183° Reggimento Paracadutisti "Nembo" guidati dal Comandante, Colonnello Franco Merlino, il dottor Giulio Morigi, figlio del Gen. Giorgio Morigi Comandante della Divisione "Nembo" nel 1944, il Maggiore Vandalo Mei che al momento della liberazione di Chieti era Sottotenente nella 39^ Compagnia del XIII Battaglione del 184° Reggimento "Nembo" e il Paracadutista Casimiro Tonello che al momento della liberazione della città faceva parte della 1^ Compagnia del CLXXXIV Battaglione Guastatori della Divisione "Nembo".