BREVE

ADSU L’AQUILA, CGIL CHIEDE SCIOGLIMENTO CDA

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

747

 

CRONACA. L’AQUILA. La Cgil Funzione pubblica chiede lo scioglimento dell’attuale consiglio di amministrazione dell’Adsu de L’Aquila e la ricostituzione con componenti «i cui requisiti possano maggiormente rispondere alle esigenze di funzionalità dell’Ente».

Nel corso delle procedure di raffreddamento presso la Prefettura dell’Aquila il sindacato ha sostenuto che la conflittualità fra i lavoratori e il cda è essenzialmente dovuta al caos venutosi a creare nella catena di comando a causa della mancata riassegnazione delle proprie mansioni all’unico Dirigente dipendente dell’Ente, sospeso a marzo del 2012 e reintegrato, a seguito di sentenza della Corte Costituzionale, il 17 febbraio 2014.

Lo stato di agitazione era cessato dopo la promessa di portare nel Cda del 13 maggio scorso, la proposta di reintegro nelle mansioni del dirigente Luca Valente, promessa mantenuta dal Presidente D’Ascanio ma non approvata da alcuni membri del cda.