BREVE

SULMONA E LORETO, GEMELLAGGIO CIVILE E RELIGIOSO

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

753

SULMONA. Una collaborazione intensa a carattere civile e religioso tra le città di Loreto e di Sulmona è stata sancita ieri dal sindaco Giuseppe Ranalli e dal sindaco della città di Loreto, Paolo Niccoletti.  Un patto di amicizia che sarà sviluppato attraverso manifestazioni, incontri, convegni di studio e scambi culturali e non solo, tra le due città. Ma anche le due  Diocesi di Sulmona e Loreto collaboreranno in piena sintonia, come confermato dai vescovi Angelo Spina e Giovanni Tonucci.

L’occasione è stata quella del pellegrinaggio organizzato della Confraternita di S.Maria di Loreto di Sulmona. Centocinquanta confratelli lauretani in mozzetta verde hanno partecipato alla processione che ha animato per l’intera giornata la città marchigiana.  «Con il sindaco di Loreto abbiamo deciso di gettare le fondamenta di una collaborazione e di un patto di amicizia tra le due città che possa essere strumento utile per iniziative da studiare e realizzare di comune accordo, valorizzando le nostre risorse culturali, artistiche, religiose che ci uniscono», ha spiegato Ranalli, rendendo noto che già ieri mattina ha dato mandato alla segreteria generale del Comune di approfondire le modalità per arrivare alla realizzazione dell’accordo che il Consiglio comunale sarà chiamato a ratificare a conclusione dell'iter amministrativo.

Per quanto riguarda la parte religiosa, in occasione della riapertura della chiesa di S.Maria della Tomba, prevista per febbraio dell’anno prossimo, una rappresentanza della Diocesi di Loreto sarà ospitata in città, secondo quanto proposto dal vescovo Angelo Spina.  «Le due comunità sono già da secoli unite dalla devozione alla Madonna di Loreto», ha sottolineato il vescovo Spina, «ed è stato naturale incontrarsi per rendere ancora più saldo un legame dal quale potrà nascere in futuro qualcosa ancora di più forte».