BREVE

REFERENDUM. COSTANTINI (COMITATO NUOVA PESCARA): «ANCHE L’ANNESSIONE DI BROOKLYN FU CONTESTATA»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

980



«Nel 1898 i cittadini votarono per far sì che Brooklyn si unisse con Queens, Manhattan e Bronx per formare la Città di New York. I giornali dell’epoca definirono il giorno della fusione come “il grande errore del 1898”. Poi la storia ha fatto il suo corso. E la storia, fatte le debite proporzioni, si ripete sempre». Lo dichiara Carlo Costantini, presidente del Comitato per il sì al Referendum della Nuova Pescara.
«Non perché si ripetono i fatti storici, ma perché gli uomini sono sempre uguali a se stessi (Vico). I cittadini di Pescara, Montesilvano e Spoltore - nonostante l’avversione di gran parte del “ceto politico”, incapace di articolarne le ragioni e, dunque, impegnato nel solo tentativo di oscurare l’appuntamento del prossimo 25 maggio - voteranno in massa per il “Sì”. Con la storia che darà di nuovo ragione ai cittadini. Esattamente come nel 1898».