SAIA: «GRAVI DISAGI PER I PAZIENTI DEL CENTRO ABRUZZO»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

814






SALUTE. ABRUZZO. In tutto il territorio regionale sono praticamente irreperibili i preparati a base di gammaglobulina antitetanica, necessari per prevenire l’infezione tetanica per coloro che subiscono ferite a rischio senza essere vaccinati.
La denuncia è del consigliere regionale Antonio Saia (Comunisti italiani) che sul caso ha presentato una interrogazione che a questo punto non potrà ricevere una risposta nel corso di questa legislatura.
 
«La carenza», racconta Saia, «si era già manifestata alcuni mesi fa ed era stata segnalata da una mia precedente interpellanza. Il fatto comporta gravissimi disagi per quei cittadini che si feriscono e devono percorrere a volte molti chilometri per recarsi nei Pronto soccorso ospedalieri per fare la profilassi antitetanica (nelle zone interne bisogna percorrere anche  60 – 70 Km di distanza)».
Saia vorrebbe conoscere a questo punto dal presidente Chiodi  i motivi per cui nel territorio sono irreperibili le gammaglobuline antitetaniche e
«quali iniziative sono state o saranno assunte per risolvere questo grave problema che sta mettendo a rischio la salute pubblica nel territorio e sta arrecando gravi disagi ai cittadini che si infortunano nelle zone interne».