BREVE

L’AQUILA, SIMULAZIONE DI UN SISMA E LA MADIS ROOM RESTA INTATTA

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

627

 

TERREMOTO. L’AQUILA. Un evento shock per gli aquilani che hanno vissuto il 6 aprile. C’erano televisioni, tecnici e giornalisti a riprendere la demolizione in diretta dell’edificio che Rete Impresa L’Aquila ha scelto a Santa Maria di Farfa per dimostrare  la forza di resistenza della cellula antisismica brevettata dall’abruzzese Madis Costruzioni.  La Madis Room è una stanza qualsiasi dell'abitazione resa a prova di crollo, brevettata proprio per resistere ad un potente evento sismico, una sorta di guscio protettivo in grado di salvare la vita delle persone: nelle immagini si vedono l’inizio della demolizione, i blocchi di macerie che cadono e travolgono la stanza, la stanza che comincia a scoprirsi piano piano conseguentemente allo scomparire delle facciate e dei solai, il crollo totale e il mucchio di macerie tra le quali svetta e campeggia indenne la cellula antisimica. Una specie di “airbag” delle abitazioni nel quale trovare sicuro riparo in attesa che lo sciame sismico. «Si può installare la stanza antisismica anche in fase di ristrutturazione, quindi in completa autonomia rispetto al resto dell'edificio, e qualunque sia lo scheletro portante. L’abbiamo testata per sopportare qualsiasi tipo di urto, smottamento o carico di macerie», ha detto Antonio D'Intino di Madis Costruzioni. La società presenterà i dati tecnici raccolti durante in crash test in un prossimo convegno aperto a cittadinanza e specialisti.