BREVE

SEVEL: CAMUSSO VA IN MINORANZA AL CONGRESSO

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

591

 

 

Alla Sevel di Atessa il congresso della Cgil finisce con il documento 1 della Camusso che va in minoranza: 112 voti per il documento 2 "Il sindacato è un'altra cosa"; 83 voti per il documento 1; una scheda nulla.

«Crediamo che questo sia il risultato che paga la volontà dei lavoratori di un sindacato che gli appartenga e che sia di lotta, incompatibile con gli accordi che hanno finora scambiato i diritti dei lavoratori per una maggiore redditività d'impresa», commenta Carmine Tomeo, responsabile Lavoro PRC Abruzzo. «Al di là degli ampi contenuti dei documenti congressuali, il primo documento rivendica la bontà degli accordi sull'esigibilità dei contratti (31 maggio 2013) e sulla possibilità di derogarli (28 giugno 2011). Un combinato disposto inaccettabile, in particolare dopo l'intesa interconfederale dello scorso 10 gennaio che impone, tra l'altro, sanzioni per chi non si adegua (sindacati e delegati)».