LA FIRMA

RIFUGIO SULLA VETTA PIU’ ALTA DELLA MAIELLA, VIA ALLA RISTRUTTURAZIONE

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1247

 RIFUGIO SULLA VETTA PIU’ ALTA DELLA MAIELLA, VIA ALLA RISTRUTTURAZIONE 
FARA SAN MARTINO. CRONACA. E’ stata siglata la convenzione presso la sede dell’Ente Parco Nazionale della Maiella, tra il sindaco di Fara San Martino Giuseppe Di Rocco e il direttore generale dell’Ente Parco Marco Oremo Di Nino che prevede la ristrutturazione generale del Rifugio Ciro Manzini sulla vetta più alta della Maiella, Monte Amaro e di proprietà del Comune di Fara. La Convenzione prevede la ristrutturazione del Rifugio a totale carico dell’Ente Parco entro i prossimi 3 anni da oggi, la sistemazione del tetto di copertura entro la prossima estate 2014 ma soprattutto l’affidamento in gestione del Rifugio e del Monastero di San Martino in Valle che sarà svolta secondo un protocollo da sottoscrivere fra gli Enti e resterà comunque in capo al Comune di Fara. Il Comune avrà la piena facoltà di gestire il Rifugio e le visite guidate al Monastero affidandone operativamente la gestione ad associazioni e/o attività turistiche locali. «Sono molto soddisfatto», dichiara il Sindaco Giuseppe Di Rocco, «per la conclusione di un Accordo che credo di poter definire “storico”. Sono decenni che il Rifugio Manzini necessita di ristrutturazione ma soprattutto sono molto soddisfatto perché con l’Accordo siglato con l’Ente Parco il Comune di Fara tornerà finalmente ad avere piena disponibilità e gestione di una struttura storicamente di proprietà comunale e meta di migliaia di escursionisti, tecnici e scienziati che ogni anno lo frequentano».


FARA SAN MARTINO. CRONACA. E’ stata siglata la convenzione presso la sede dell’Ente Parco Nazionale della Maiella, tra il sindaco di Fara San Martino Giuseppe Di Rocco e il direttore generale dell’Ente Parco Marco Oremo Di Nino che prevede la ristrutturazione generale del Rifugio Ciro Manzini sulla vetta più alta della Maiella, Monte Amaro e di proprietà del Comune di Fara. La Convenzione prevede la ristrutturazione del Rifugio a totale carico dell’Ente Parco entro i prossimi 3 anni da oggi, la sistemazione del tetto di copertura entro la prossima estate 2014 ma soprattutto l’affidamento in gestione del Rifugio e del Monastero di San Martino in Valle che sarà svolta secondo un protocollo da sottoscrivere fra gli Enti e resterà comunque in capo al Comune di Fara. Il Comune avrà la piena facoltà di gestire il Rifugio e le visite guidate al Monastero affidandone operativamente la gestione ad associazioni e/o attività turistiche locali. «Sono molto soddisfatto», dichiara il Sindaco Giuseppe Di Rocco, «per la conclusione di un Accordo che credo di poter definire “storico”. Sono decenni che il Rifugio Manzini necessita di ristrutturazione ma soprattutto sono molto soddisfatto perché con l’Accordo siglato con l’Ente Parco il Comune di Fara tornerà finalmente ad avere piena disponibilità e gestione di una struttura storicamente di proprietà comunale e meta di migliaia di escursionisti, tecnici e scienziati che ogni anno lo frequentano».