BREVI

ANCHE A PESCARA NON SI PAGA LA MINI-IMU

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1642



PESCARA. A Pescara la mini-Imu non si paga: il capoluogo adriatico non fa parte dei 2.400 Comuni che dovranno applicare la mini-stangata determinata dall’applicazione di un’aliquota superiore al 4 per mille sull’abitazione principale.
La legge dice infatti che tutti i Comuni che hanno deliberato un’aliquota sull’abitazione principale superiore al 4 per mille devono pagare la differenza tra l’aliquota deliberata e l’aliquota standard, differenza che ovviamente pagano i cittadini, e questa problematica riguarderà ben 2.400 Comuni italiani, tra cui molti abruzzesi, dove le amministrazioni locali dovranno pretendere dai cittadini la differenza.
Una preoccupazione in meno per i pescaresi che hanno versato il dovuto: per il 2013 era previsto un incasso Imu pari a 55.500.000 euro; di fatto, al 6 gennaio, il Comune ha registrato un’entrata pari a 55.380.000, dunque mancano 120mila euro per la cifra tonda.