BREVI

COSTRINGE BIMBO A VENDERE IN STRADA, 5 ANNI A IMMIGRATO

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

562

 

AVEZZANO.  Botte ad un bimbo marocchino per costringerlo a vendere accendini in strada. Lo ha scoperto la madre del piccolo che ha così denunciato un suo connazionale, Ammar Rahhal, 59 anni, condannato dal Tribunale di Avezzano a cinque anni e mezzo di reclusione per estorsione e favoreggiamento di immigrazione clandestina. In cambio di soldi, e con la promessa di un regolare permesso di soggiorno, l'uomo si era offerto per far giungere in Italia il bambino che da allora aveva vissuto con la madre, sua conoscente, a Pescina. Quasi ogni giorno però il bambino veniva prelevato dall'uomo - residente ad Avezzano - e portato a vendere accendini in strada., fino a quando la donna non ha scoperto tutto.