BREVI

DROGA, ANNULLATA PRIMA CONFISCA DEL BAR DI LUCO DEI MARSI

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

909


LUCO DEI MARSI.  La Corte d'appello dell'Aquila ha annullato il decreto di confisca del bar Black out di Luco dei Marsi (L'Aquila), al centro di varie vicende giudiziarie legate allo spaccio di sostanze stupefacenti, anche in relazione alla posizione dei titolari, una coppia composta dal marocchino Youssef Bya e dalla sua compagna Renata Petra, residente in paese.
I due erano stati arrestati nell'ambito dell'operazione antidroga "Empty Den'", condotta dai carabinieri di Avezzano.
Il 25 febbraio 2013 il tribunale dell'Aquila aveva apposto i sigilli per la prima volta. Il bar, inoltre, nell'arco di un anno è stato oggetto di varie sospensioni di licenza di esercizio, sulla base di segnalazioni dei carabinieri. I sigilli sono stati tolti su istanza del legale della coppia. Una recente operazione antidroga condotta dal Corpo forestale ha dimostrato, comunque, che a Luco dei Marsi anche altri esercizi pubblici vengono utilizzati come centri di smistamento di stupefacenti.