BREVI

EUROPA:«CRESCITA ABRUZZO PASSA DA FONDI 2014/20»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1146






ABRUZZO.  La crescita e lo sviluppo dell'Abruzzo passano ancora una volta attraverso l'Europa. È il messaggio emerso stamane a Pescara nel corso di un convegno sul Fondo sociale europeo, occasione anche per fare il punto sul settennato di programmazione 2007-2013 e quella futura 2014-2020 che vede la Regione Abruzzo per la prima volta nella posizione di Regione in transizione. All'incontro erano presenti il presidente della Regione, Gianni Chiodi, e l'assessore alle Politiche sociali, Paolo Gatti. E proprio Gatti ha parlato «di lavoro non scontato in tutti questi anni, dopo che dal 2009 c'è stata una importante inversione di marcia sia per la programmazione sia per l'impegno di spesa sull'Fse che ci hanno permesso di evitare pericolosi e dannosi disimpegni. Ora, secondo noi, la sfida è proseguire su questo nuovo percorso e non tornare indietro, con una struttura amministrativa ormai abituata a sostenere il ritmo e il passo di questi ultimi anni». Sulla stessa frequenza d'onda il presidente della Regione, Gianni Chiodi. «Anche nell'utilizzo dei fondi europei - ha detto - questa regione è riuscita superare la filosofia della frammentazione per lasciare spazio a forme di aggregazione che rendono più forte l'economia del territorio. Questo è un passaggio politico rilevante per questo governo regionale, che può essere costato qualcosa in termini di consenso elettorale, ma ha permesso all'Abruzzo di crescere e di uscire dalle logiche clientelari e dei finanziamenti a pioggia».