BREVI

BORSA DI STUDIO PER RICORDARE ROBERTO STRACCIA

Iniziativa promossa dalla famiglia e dagli amici

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1453

PETRITOLI. Iniziativa per ricordare Roberto Straccia e la sua grande passione: sostenere le spese scolastiche, di studio e per la frequenza di attività sportive di giovani tesserati alla sua stessa squadra di calcio.Sono queste le finalità delle borse di studio “Roberto Straccia”, iniziativa promossa dalla famiglia e dagli amici di Roberto Straccia, dalla Spes Valdaso, dal comitato provinciale dell’Unione Sportiva Acli di Ascoli Piceno/Fermo, con il patrocinio della Presidenza della Regione Marche e del Coni Marche.Il 24enne, originario di Moresco è scomparso da Pescara il 14 dicembre 2011, dopo essere uscito di casa per fare una corsa. L’ultima immagine che resta di lui è stata ripresa da una telecamera di videosorveglianza mentre correva nei pressi del Porto turistico, direzione Montesilvano. Dopo 24 giorni il suo cadavere è stato trovato adagiato sulle coste pugliesi, a Bari. Era il 7 gennaio.

E’ mistero su quello che sia accaduto.

Possono concorrere all’assegnazione della borsa di studio tutti gli iscritti alla Spes Valdaso che frequentano le scuole primarie, le secondarie di primo grado e le scuole secondarie di secondo grado. Per la prima edizione della manifestazione è messa a disposizione dei partecipanti la somma di 2.000 euro.

Gli iscritti alla Spes Valdaso che vorranno presentare domanda di partecipazione per ottenere la borsa di studio dovranno presentare la documentazione reperibile alla pagina dedicata a Roberto perrobertostraccia.wordpress.com , la pagina fb ufficiale www.facebook.com/PerRobertoStraccia presso le sedi della Spes Valdaso e il loro sito www.spesvaldaso93.com o che può anche essere chiesta via mail all’indirizzo ascolipiceno.usacli@acli.it.

Le domande di partecipazione dovranno essere trasmesse a: Famiglia Straccia Via Piane Aso 42 63826 Moresco esclusivamente mediante raccomandata con avviso di ricevimento entro il termine del 12 dicembre 2013 (farà fede la data di consegna e non quella di spedizione).

«L’iniziativa è stata resa possibile», dicono i promotori, «grazie alla collaborazione in primo luogo della Federazione Italiana Gioco Calcio, che ha messo a disposizione la maglia di Marchisio, della Juventus, che ha donato la maglia di Pirlo, del Verona, del Chievo, del Cesena, dell’Ascoli calcio, della Sutor Montegranaro e della Lube Banca Marche che hanno messo anch’esse a disposizione maglie dei propri atleti per una iniziativa di beneficenza che di certo sosterrà le famiglie di giovani calciatori in un periodo difficile per tanti nuclei familiari ma che andrà a riconoscere l’impegno scolastico, ed i relativi brillanti risultati, e l’impegno sportivo dei giovani tesserati con la Spes Valdaso, società nella quale ha militato Roberto Straccia».