BREVI

L'AQUILA; REINTEGRATO IL CONSIGLIERE PD DE PAOLIS

Estromesso dopo un ricorso al Tar. Oggi sentenza Consiglio Stato

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

879

L’AQUILA. L'esponente del Pd Tonino De Paolis torna nel Consiglio comunale dell'Aquila, reintegrato da una sentenza del Consiglio di Stato. Dal Consiglio comunale era stato estromesso circa un anno fa dal candidato sindaco di Futuro e libertà, Enrico Verini, che aveva avuto ragione in seguito a un ricorso al Tar. L'elezione di De Paolis era stata convalidata all'indomani delle consultazioni amministrative del maggio 2012, come ventesimo degli eletti della maggioranza di centrosinistra. Il casus belli nasce dall'interpretazione controversa della norma che assegna il 60% dei seggi alla coalizione vincente e il 40% a tutti gli altri.

Fino alla riforma del numero dei consiglieri non si ponevano problemi, infatti il calcolo dava sempre risultati senza decimali (per esempio, all'Aquila, su 40 lo scarto era 24 a 12), ma con il taglio del 20% dei componenti dell'aula si è creato l'equivoco sugli arrotondamenti. Sulla vicenda la giustizia amministrativa si è pronunciata più volte, con esiti contrastanti. Nella maggioranza di centrosinistra non cambia nulla, visto che Verini da qualche tempo aveva annunciato il suo sostegno al sindaco, Massimo Cialente.

La surroga avverrà nella prima seduta utile dell'assemblea dopo la notifica ufficiale della sentenza. Per il segretario comunale aquilano del Pd «il reintegro di De Paolis è un'ottima notizia per il partito e per tutta la città. La maggioranza in Consiglio comunale acquista maggiore stabilità, requisito fondamentale in vista delle battaglie da condurre, in primo luogo quelle connesse alla ricostruzione».