La diffida di Sicurezza e Ambiente spa

Ecco il testo della rettifica che ci è stato intimato di pubblicare

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2576

 

ABRUZZO. Dagli avvocati della società Sicurezza e Ambiente riceviamo una missiva intitolata “rettifica” che contiene una serie di rilievi su tutti i nostri articoli che riguardano questa società che conterrebbero «parziali verità». Pur non specificando quali siano le verità mancanti e quali siano gli errori da precisare veniamo diffidati a pubblicare il seguente testo che contiene informazioni già pubblicate e dette dallo stesso vertice aziendale.

 

 « In riferimento agli articoli e ai commenti pubblicati sul sito il 18 maggio 2013, il 19 giugno 2013, 5 settembre 2013, il 6 settembre 2013, il 9 settembre 2013, l’11 settembre 2013 e il 20 settembre 2013  Sicurezza e Ambiente precisa di essere un’azienda leader a livello internazionale, impegnata da anni, in virtù di convenzioni con Comuni e Province, nel ripristino, pulizia e bonifica di strade e autostrade da materiali tossici, detriti, plastiche e oli abbandonati al suolo dopo gli incidenti stradali. Tale servizio, realizzato con prodotti certificati e mezzi brevettati, ha contribuito alla riduzione di almeno il 50% degli incidenti dovuti alla presenza di insidie sulla strada. I costi di tale attività sono coperti unicamente e interamente dalla polizza assicurativa RC Auto obbligatoria per ogni veicolo circolante senza costi aggiuntivi per i privati cittadini coinvolti nei sinistri. Sicurezza e Ambiente in virtù della rilevanza del servizio ideato e realizzato a beneficio delle amministrazioni e di cittadini ha avuto la possibilità di veder riconosciuto il proprio lavoro con la firma di un accordo quadro con l’associazione nazionale dei comuni italiani. L’accordo non è frutto di conoscenze o di interessi, è semplicemente il riconoscimento all’utilità del lavoro dell’azienda. La collaborazione di Sicurezza e Ambiente ed Anci perdura da 2007 e in questo arco temporale non è stata l’unica società operante il servizio di ripristino post incidente stradale a siglare tale tipo di accordo. Anche altre aziende hanno visto riconosciuto il proprio lavoro e la propria professionalità. Elemento essenziale per ottenere tale riconoscimento non è dunque la conoscenza con un particolare interesse personale ma semplicemente il possesso dei requisiti tecnici specifici funzionali all’esecuzione del servizio utile, efficace ed efficiente. Qualsiasi azienda oggi ottenere tale riconoscimento  purchè ne sia meritevole».