BREVI

PESCARA: «RIAPRIRE BIBLIOTECHE NELLE CIRCOSCRIZIONI».

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

677

CRONACA. PESCARA.  Protestano i Giovani Democratici e il consigliere Mirko Frattarelli contro la chiusura da mesi ormai della biblioteca della circoscrizione Castellammare. Si accoda anche il consigliere di Rifondazione Comunista, Maurizio Acerbo: «sono circa 8 mesi che la bibliotecaria, dipendente comunale, è andata in pensione ma non è ancora stata sostituita. Vorrei capire come mai il Comune non l’ha sostituita e per capire le intenzioni dell’amministrazioni e le ragioni di questa imperdonabile negligenza ho predisposto un’interrogazione al sindaco. Ho anche preparato un ordine del giorno che presenterò lunedì con cui si invita sindaco e giunta a riaprire in tempi brevi le biblioteche di quartiere, non solo quella di viale Bovio. Non escludo che si possa attraverso un bando affidarne la gestione ad associazioni o comitati di cittadini. Purtroppo debbo constatare che le biblioteche non sono considerate una priorità dall’amministrazione comunale e provinciale. Lo si è visto con la cancellazione da parte del centrodestra in Comune del nostro progetto di biblioteca-mediateca nell’area di risulta e ancor più con la interminabile sospensione dei prestiti alla biblioteca provinciale causata dalla disattenzione della Giunta Testa. Le biblioteche di quartiere sono fondamentali», continua Acerbo. «Personalmente sono diventato un lettore onnivoro proprio grazie alla biblioteca di quartiere che tanti anni fa si trovava in via Pietro Maroncelli dove grazie alle due bravissime bibliotecarie comunali ho scoperto il gusto e il piacere della lettura».