BREVI

ABRUZZO. UFFICIO POSTALE CHIUSO PER 'RAPINA', CIVITELLA BLOCCATA

Necessaria ristrutturazione, centro marsicano in crisi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

807

 

CIVITELLA ROVETO. E' chiuso al pubblico da oltre due settimane l'ufficio postale di Civitella Roveto (L'Aquila), per i danni provocati durante un'incursione notturna con cui i ladri hanno portato via un bottino di circa 100mila euro, scassinando cassaforte e bancomat. Per riaprire sono necessari interventi di ristrutturazione dei locali, oltre alla sostituzione e alla riparazione delle attrezzature danneggiate. Ma intanto raccomandate, vaglia e altri servizi postali sono bloccati, compresa l'erogazione delle pensioni.

«Purtroppo - spiega il sindaco Rafaelino Tolli - oltre a riparare i danni, sono necessari alcuni interventi di bonifica in quanto l'ufficio, essendo stato realizzato oltre venti anni fa, contiene dei rivestimenti in amianto venuti fuori a seguito del colpo notturno».

 Il sindaco si è rivolto al prefetto dell'Aquila, Francesco Alecci, e alla direzione provinciale di Poste Italiane, senza però ottenere indicazioni sulla data di riapertura. «E' una situazione molto difficile - sottolinea - i residenti di Civitella sono costretti a rivolgersi ai vicini uffici di Morino e Canistro, quest'ultimo aperto a giorni alterni. Inoltre, la gestione finanziaria delle pensioni dei nostri anziani fa capo allo sportello chiuso e questo provoca ritardi maggiori».