BREVI

CASCIANO (PD): «SU ZONA FRANCA URBANA COMUNE E REGIONE LATITANTI»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

607


PESCARA. «Trecentosessantacinque giorni senza alcun risultato, 12 mesi trascorsi senza alcun passo avanti per il nostro territorio e le nostre piccole imprese. Esattamente un anno fa come partito democratico abbiamo sollecitato Comune e Regione a non perdere l'importante opportunità di istituire la Zona Franca Urbana pescarese, prima istituita, ma poi cancellata in attesa che una insperata corsa contro il tempo dei due enti la potesse riportare nell'elenco delle città beneficiarie di risorse importanti».
A denunciare l’inerzia è il segretario cittadino del Partito Democratico,
Stefano Casciano che chiarisce: «stiamo parlando di misure a favore delle piccole imprese localizzate in numerose strade comprese tra i quartieri di San Donato e Villa Del Fuoco, stiamo parlando di 6 milioni di euro per il nostro territorio cittadino fortemente segnato dalla crisi. Cosa hanno fatto in un anno la regione e il comune di Pescara per non perdere questa occasione? Assolutamente nulla. È notizia solo di due giorni fa che la città di Lecce, insieme ad altre 10 cittadine pugliesi, sarà zona defiscalizzata grazie alla zfu, grazie alla volontà e alla capacità degli amministratori  locali e regionali pugliesi. Queste realtà territoriali potranno usufruire di 60 milioni di euro di contributi fiscali. La verità è che la Regione Abruzzo non ha mai avuto alcuna intenzione di rifinanziare la zfu».