BREVI

SPARI PRESSO ABITAZIONE PER RECUPERO CREDITI, DUE DENUNCE

Debito di pochi euro lievitato per gli interessi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

687

AVEZZANO. Uno dei suoi figli aveva chiesto dei soldi in prestito a una famiglia di etnia rom residente a Roma esponendo così la madre a minacce. 

Minacce che poi sono culminate, nei giorni scorsi, nell'esplosione di vari colpi di arma da fuoco nei pressi della sua abitazione, da parte di due uomini in sella a una motocicletta. La donna, M.F., anche lei di origine rom e residente ad Avezzano ha segnalato l'episodio alla polizia facendo scattare le indagini della squadra anticrimine.

Il prestito richiesto ammonta a pochi euro, ma gli interessi nel giro di sei mesi avevano fatto lievitare il debito almeno di sei volte. Gli incontri a Roma per definire il pagamento del debito avevano visto la famiglia marsicana oggetto di minacce. A seguito delle indagini del commissariato di Avezzano sono stati individuati e denunciati per usura e minaccia aggravata due componenti della famiglia rom di Roma: D.S.M. di 44 anni e D.S.E. di 20 anni, rispettivamente madre e figlio.