BREVI

PERNACCHIA E OFFESE A VIGILE URBANO, 19ENNE PATTEGGIA

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

948


PESCARA.  Aveva offeso e sbeffeggiato, con tanto di pernacchia, un agente di polizia municipale a Città Sant'Angelo; ieri un 19enne della cittadina ha patteggiato cinque mesi e 12 giorni di reclusione, pena sospesa, davanti al giudice monocratico del Tribunale di Pescara, per i reati di resistenza e offese a pubblico ufficiale.
I fatti risalgono a luglio 2012. Il giovane, insieme a un altro ragazzo mai identificato, aveva tentato di sfuggire a un controllo del poliziotto e, una volta fermato, lo aveva minacciato e insultato, offendendo l'«onore e il prestigio» dell'agente. Il vigile ha poi deciso di querelarlo. Ieri l'udienza, con la costituzione di parte civile dell'agente e la decisione del 19enne di patteggiare. «Ora - annuncia il legale dell'agente - proseguiremo in sede civile, per il risarcimento dei danni morali».