BREVI

CASA ROM CONFISCATA, SGOMBERO COATTO A MONTESILVANO

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

841



MONTESILVANO. Sgombero coatto di un appartamento occupato da una famiglia rom, a Montesilvano. L'abitazione, acquistata con soldi provenienti da attività illecite e confiscata nel 2008, è stata sequestrata su disposizione della Prefettura di Pescara, al termine di un lungo iter giudiziario. L'appartamento è passato nella proprietà dello Stato ed è stato assegnato alla Compagnia dei Carabinieri di Montesilvano. Lo sgombero coatto, a cui si è arrivati perché i rom non avevano ottemperato al provvedimento di sfratto, è avvenuto nell'ambito di un blitz interforze, a cui hanno preso parte, oltre ai Carabinieri della locale Compagnia, anche personale della Polizia, della Guardia di Finanza, della Polizia Municipale, dei Vigili del Fuoco e della Asl. I nomadi hanno provveduto a trasportare altrove mobili e suppellettili, evitando così il sequestro. Sulla vicenda dell'appartamento, andata avanti per circa cinque anni, si era espressa anche la Corte di Cassazione.