BREVI

CARAMANICO, «CHIAREZZA SU CIG AZIENDA SPECIALE SERVIZI SOCIALI DI MONTESILVANO»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

962

 

 

CRONACA. MONTESILVANO.  Con una interrogazione presentata all'assessore regionale alle politiche del lavoro, Paolo Gatti, il Consigliere regionale di Sel, Franco Caramanico, ha posto l' attenzione sul caso dell’azienda speciale per i Servizi Sociali del Comune di Montesilvano.

In particolare, Caramanico chiede di sapere quali siano stati i criteri adottati dalla Regione per ammettere l'Azienda Speciale alla CIG in deroga e quale sia l'ammontare della cassa integrazione, il numero delle ore e dei lavoratori che ne hanno beneficiato. La vicenda ha avuto inizio nel febbraio dello scorso anno quando, tra l'Azienda Speciale per i Servizi Sociali del Comune di Montesilvano e le Organizzazioni sindacali è stato siglato un accordo per ricorrere alla CIG in deroga per 70 lavoratori. In discussione la legittimità della richiesta dell'azienda, visto che l' accordo quadro per gli ammortizzatori sociali sancirebbe l'esclusione dall' intervento di una serie di categorie di datori di lavoro, tra cui gli Enti Pubblici e che l'Azienda Speciale, in quanto ente strumentale del Comune, rientrerebbe nella suddetta categoria, così come affermato dalla Corte di Cassazione.