BREVI

AL VIA LA TERZA EDIZIONE DEL SALONE DELLA RICOSTRUZIONE

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

794



L'AQUILA. L’inaugurazione ufficiale e poi si entra subito nel vivo del fittissimo programma di convegni e confronti al terzo Salone della Ricostruzione che apre i battenti domani 13 giugno fino a domenica 16 giugno a L’Aquila nel complesso dell’ex Italtel (Nucleo Industriale Pile).
ANCE Abruzzo, insieme ad ANCE L’Aquila, ANCE Chieti, ANCE Pescara e ANCE Teramo e Carsa, in partnership esclusiva con SAIE – BolognaFiere, puntano a fare di questo evento la rassegna fieristica più importante del centro Italia per la filiera delle costruzioni.
Tante novità nella quattro giorni che si propone di essere un evento di incontro, confronto e proposta sui temi che riguardano la rinascita del capoluogo aquilano e di tutti i centri ricompresi nel cratere e colpiti dal terremoto del 2009. Quella che sta per partire sarà un’edizione all’insegna della collaborazione fra tutti i soggetti pubblici e privati che operano perché L’Aquila e il suo territorio possano tornare a una vita nuova.
Due i temi forti della terza edizione: l’unione di intenti e di azione rappresentata a livello istituzionale e organizzativo dal fronte costituito dai promotori e da tutti i soggetti pubblici e privati che operano perché L’Aquila e il suo territorio possano tornare a una vita nuova. Quest’anno il Salone accoglie anche Fare l’Aquila per stringere una collaborazione diretta e ampia con il territorio, affinché la ricostruzione possa avere tutte le sue energie a disposizione.
Secondo tema la sostenibilità, espressa negli allestimenti green della fiera che è riciclabile al 100% e nella presenza di realtà e progetti che guardano alla bioarchitettura, all’uso di materiali solidi e naturali, al risparmio energetico, alla sicurezza, in modo che la ricostruzione aquilana possa diventare un modello da seguire a livello europeo.
Un ricco programma culturale accompagna e completa la sezione espositiva. Incontri e dibattiti che offriranno approfondimenti, occasioni di confronto e spunti di riflessione sui temi più attuali del costruire contemporaneo.