BREVI

USURA: LANCIANO, CONDANNE FINO A 4 ANNI E MEZZO

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1013



 
LANCIANO. Il tribunale collegiale di Lanciano ha disposto oggi quattro condanne e tre assoluzioni per l'inchiesta lancianese di polizia su usura, truffa ed estorsione, denominata "Aghi", che il 21 marzo 2007 portò in carcere 8 persone, più altri cinque indagati a piede libero. Dopo 4 ore di camera di consiglio il tribunale ha emesso la sentenza di condanna a 4 anni e 6 mesi di reclusione e 9 mila euro di multa per Pierluigi Ucci, principale imputato, quindi 3 anni di reclusione e 6 mila euro a testa per Achille Di Rocco, Carmine Di Rocco e Oreste Valerio. Assoluzione per Gianfranco Rossi, Massimo Piccirilli e Giovani Marrone. Il tribunale ha quindi stabilito il risarcimento danni, in separata sede, a favore delle parti offese, tra questi il macellaio lancianese Nicola Di Biase, principale usurato per circa mezzo milione di euro. In precedenza, in sede gup, ci furono altre 4 condanne col rito abbreviato con pene variabili da 2 a 4 anni e 8 mesi di reclusione.