BREVI

INCHIESTA URBANISTICA: CHIESTO GIUDIZIO PER D'ALFONSO

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1022


PESCARA. Il pm Gennaro Varone ha chiesto il rinvio a giudizio per l'ex sindaco di Pescara, Luciano D'Alfonso e altre 18 persone nell'ambito dell'inchiesta sull'Urbanistica e gli accordi di programma (circa una ventina) relativi al 2006-2008 al Comune di Pescara. Gli altri 18 imputati sono l'ex braccio destro di D'Alfonso, Guido Dezio; i consiglieri comunali Licio Di Biase, Vincenzo Dogali, Giuseppe Bruno; i costruttori Aldo Primavera, Lorenzo Di Properzio, Giovanni Di Vincenzo, Michele D'Andrea, Franco Lamante, Alfio Sciarra, Enio Chiavaroli; ed ancora Nicola Di Mascio; Alessandro Di Carlo; il dirigente comunale Gaetano Silveri; l'imprenditore Nicandro Buono; l'ex consigliere comunale Nicola Ferrara; il geometra del Comune di Pescara Paolo Marotta; Franco Olivieri. Le richieste sono state avanzate dal pm durante l'udienza in programma oggi, davanti al gup Gianluca Sarandrea. Le 19 persone coinvolte nella vicenda devono rispondere, a vario titolo, di corruzione e concussione. Alla base dell'indagine, lavori concessi o promessi in cambio di favori. La decisione del giudice è attesa per domani.