ERA SCOMPARSO IN MATTINATA, UOMO TROVATO MORTO NEL PESCARESE, PROBABILE OVERDOSE

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1423

CRONACA. PESCARA. Il corpo senza vita di un 40enne originario di Napoli e residente a Pescara è stato trovato oggi pomeriggio nelle campagne di Villareia di Cepagatti. L'uomo, tossicodipendente, stava lavorando in un cantiere della zona ed era scomparso nel primo pomeriggio di ieri. Secondo la ricostruzione dei Carabinieri, il decesso sarebbe dovuto ad un'overdose, in quanto vicino al corpo sono state trovate una siringa ed una cinta, usata probabilmente come laccio. Il 40enne, che lavorava per una ditta specializzata in impianti elettrici, si era allontanato dal posto di lavoro subito dopo pranzo, facendo perdere le sue tracce. La scorsa notte sono iniziate le ricerche dei Carabinieri, anche con l'ausilio dell'unità cinofila specializzata, dei Vigili del Fuoco e di 30 volontari della Protezione civile. Dopo una giornata di ricerche, il corpo dell'uomo è stato trovato, attorno alle 15.30, in un fossato non lontano dal cantiere. Il medico legale ha già effettuato l'ispezione cadaverica e non si esclude l'autopsia. 06/04/2011 7.44