BREVI

SAN VITO CHIETINO. INAUGURATA L'AREA ARCHEOLOGICA DI MURATA BASSA

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

658


SAN VITO CHIETINO. In occasione delle giornate di Primavera promosse dal Fondo Ambiente Italiano (FAI), ieri a San Vito Chietino è stata inaugurata l'area archeologica di Murata Bassa. Si tratta di un sito di notevole interesse, sulla riva sinistra della foce del torrente Feltrino, a due passi dal molo di San Vito Marina, che ospita i resti di una villa romana litoranea (I sec. a.C.), tra le più importanti della costa. Nell'area sono ben visibili anche i resti di un'antichissima fornace per la produzione di lucerne, databile secondo secolo d.C. e di una vasca per acquacoltura. A dare il benvenuto agli ospiti è stato il sindaco di San Vito, Rocco Catenaro.
L'area di Murata Bassa è stata delimitata con una staccionata in legno e per desiderio di Staffa e De Santis sono state posizionate due panchine in legno con una veduta eccezionale sulla costa dei trabocchi. Una sorta di pensatoio o, se vogliamo, la classica panchina per gli innamorati. Insomma, il sito archeologico di Murata Bassa ospita anche uno spazio per il tempo libero, pensato per la gente. Nei prossimi giorni saranno messe a dimora per delimitare meglio l'area a confine con i terreni dell'ex tracciato ferroviario, circa 250 piante arbustive ed alberi, messi a disposizione dal Comando provinciale di Chieti del Corpo Forestale dello Stato.