BREVI

TARES PARTE A LUGLIO, I SINDACI STUDIANO

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1162



CRONACA. SAN GIOVANNI TEATINO. Trenta amministrazioni comunali della provincia di Chieti attorno ad un tavolo per studiare la nuova Tares che sarà introdotta a luglio
A presenziare ai lavori c’erano il sindaco, Luciano Marinucci, il delegato comunale all’Ecologia, Gabriella Federico, e l’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Alfredo Castiglione, mentre ha presentato tutte le novità della nuova tassa Gaetano Drosi della SOFTline srl, coordinatore del “Gruppo Tares”, ed esperto di tributi locali.
Il seminario si è articolato in due fasi: la prima, introduttiva, che ha chiarito tutti gli aspetti dell’articolo 14 del decreto legislativo 201/2011, che ha istituito la nuova tassa sui rifiuti e i servizi, soprattutto riguardo ai criteri da utilizzare per l’articolazione della tariffa con particolare attenzione agli adempimenti dei Comuni da attuare per l’approvazione del regolamento e la quantificazione della tariffa, adempimenti da approvare in Consiglio comunale; la seconda invece ha sviluppato la simulazione e l’esame di un caso specifico di applicazione della Tares attraverso l’uso degli strumenti informatici applicativi.
«L’introduzione della Tares – ha spiegato il sindaco – costituirà per i Comuni una vera rivoluzione in termini di organizzazione e raccolta dell’imposta, che servirà non solo per coprire il 100% dei costi del servizio di smaltimento dei rifiuti ma anche quelli relativi alla pubblica illuminazione e alla manutenzione stradale e del verde.