BREVI

POLIZIA:DI BENEDETTO NUOVO CAPO SQUADRA MOBILE ASCOLI PICENO

ESPERTO INDAGINI PEDOPORNOGRAFIA E CORRUZIONE

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2947

Roberto Di Benedetto

Roberto Di Benedetto

ASCOLI PICENO. Cambio della guardia alla Squadra mobile della Questura di Ascoli Piceno, con la nomina quale responsabile del vice questore aggiunto Roberto Di Benedetto. Di Benedetto succede a Maurilio Grasso che va a dirigere la Squadra mobile dell'Aquila. Entrato in polizia nel 1992, Di Benedetto ha prestato servizio dapprima presso la Questura di Milano, quindi nel Compartimento Polizia postale e delle Comunicazioni 'Lombardia', dove ha partecipato alle prime indagini in Italia sui reati di pedopornografia on line. Nel 2007 ha diretto l'operazione 'Salto nel Buio' che ha portato all'arresto del responsabile della sicurezza di Telecom Italia, Giuliano Tavaroli, e di altri importanti manager dediti ad intercettazioni abusive.
E' invece del 2006 l'operazione 'Poste Sicure', che condusse all'arresto di 44 postini impiegati presso il Centro meccanografico postale di Peschiera Borromeo: avevano sottratto corrispondenza e denaro donato dai fedeli di tutto il mondo all'Opera Padre Pio. Nello stesso anno Di Benedetto ha diretto le operazioni 'Edera' e 'Semina d'orò, e sgominato un'associazione a delinquere di 60 persone responsabili di clonazione di carte di credito e truffe. Nel 2008 è stato trasferito al Compartimento Polizia postale e delle Comunicazioni di Pescara, e ha condotto l'operazione 'Housework', con l'arresto dell'ex sindaco di Pescara Luciano D'Alfonso e di dirigenti del Comune indagati per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione e alla concussione. Nel 2009 ha coordinato l'operazione 'Creieur', conclusasi con l'arresto di 44 appartenenti alla banda di clonatori di carte di credito Comanescu.