BREVI

ABRUZZO. PARTONO LE FATTORIE SOCIALI PUBBLICHE

La benedizione del governatore Chiodi alla struttura teramana Rurabilandia

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2064

SCERNE DI PINETO. Parte anche in Abruzzo l'esperienza delle fattorie sociali gestite dal pubblico. Questa nuova forma di esperienza sociale ha preso forma e sostanza a Scerne di Pineto con la fattoria sociale Rurabilandia, che questa mattina è stata visitata dal presidente della Regione Gianni Chiodi. Grazie alla legge 18/2011 "Disposizioni in materia di agricoltura sociale", la fattoria sociale può essere parte integrante di Ipab e Asp, individuando in questo modo una gestione prettamente pubblica di un'azienda agricola "sui generis" a fini sociali.
L'inserimento delle fattorie sociali nella gestione pubblica è una intuizione del consigliere regionale Riccardo Chiavaroli che ha proposto un emendamento ad hoc votato da tutti i consiglieri, aprendo in questo modo "una strada nuova" nella gestione di alcuni servizi sociali. Nella fattoria sociale Rurabilandia vi lavorano 20 ragazzi diversamente abili "guidati" dagli operatori della cooperativa L'Aquilone. È essenzialmente un'azienda agricola, che fa parte di un progetto pilota e che ha già ottenuto consensi e premi a livello nazionale. La fattoria sociale è aperta a tutte le scuole per visite didattiche dei laboratori, ma soprattutto, in omaggio anche ad un principio commerciale, è in grado di organizzare feste e cerimonie con una capienza massima di 70 persone.