BREVI

Eremo Celestiniano, il Parco della Maiella vuole contribuire alla riapertura

Soddisfatta l’associazione celestiniana

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1703

L’ANNUNCIO. SULMONA. Il commissario dell'Ente Parco Nazionale della Maiella, Franco Iezzi, ha annunciato la volontà di contribuire, con risorse proprie del Parco, alla riapertura dell'Eremo celestiniano e dell'intera area attualmente sottoposta a chiusura.

«Auspica che lo sforzo per restituire al più presto alla città ed all'Abruzzo uno dei suoi luoghi più suggestivi e significativi sul piano storico, spirituale e culturale, diventi da oggi davvero condiviso tra gli enti competenti», commenta Giulio Mastrogiuseppe dell’associazione celestiniana, «superando le pastoie di un problema il quale, come assodato dagli studi effettuati ed a suo tempo recepiti dal “tavolo tecnico” istituito dal comune, è di fatto più di natura burocratica che di carattere tecnico.Riteniamo, inoltre, che il progetto di valorizzazione degli eremi celestiniani e dei sentieri realizzato dall'Ente Parco e premiato dalla Fondazione Telecom con un finanziamento di 600.000 Euro, sia la prova più evidente di quanto l'ambizione di realizzare un distretto culturale che prenda le mosse da questa area, ispirandosi alla figura gigantesca di Celestino V, sia fondata e suscettibile di attrarre risorse economiche importanti».