BREVI

Giulianova, lavoratori precari in Comune non sottoscrivono l'accordo per la proroga

Mastromauro: «noi eravamo pronti ad assumerci la nostra responsabilità»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

891

GIULIANOVA. Nonostante l'impegno a favore dei lavoratori precari del Comune, ex co.co.co., da parte del sindaco e della Giunta, la proroga non ci sarà.

Manca, infatti, l'accordo che avrebbero dovuto stipulare le organizzazioni sindacali e le 6 lavoratrici interessate, i cui contratti scadranno il 30 giugno, accordo con il quale le lavoratrici stesse avrebbero rinunciato, sottoscrivendo la proroga del contratto a tempo determinato, ad ogni pretesa risarcitoria.
«Sono davvero rammaricato che i sindacati e le lavoratrici non abbiano sottoscritto l'accordo, a cui era subordinata la proroga. Ora», dichiara il sindaco Francesco Mastromauro, «manca il presupposto necessario della delibera, che di conseguenza viene ritirata, con la quale l'Esecutivo doveva essere autorizzato dal Consiglio comunale ad adottare gli atti necessari al mantenimento in servizio dei lavoratori precari sino al 31 dicembre 2012, nell'attesa degli auspicati provvedimenti governativi relativi ai precari negli enti pubblici».
«Con un atto di grande responsabilità – continua il sindaco - eravamo pronti ad esporci personalmente per la salvaguardia dei posti di lavoro. Avremmo cioè prorogato il contratto nonostante il divieto posto dalla legge. Ma senza la sottoscrizione dell'accordo, la proroga non è più possibile. In ogni caso non ci diamo per vinti».
Al momento non si conosce il motivo del no dei lavoratori ma evidentemente le condizioni di proroga non hanno convinto.