BREVI

8 mesi dopo il referendum: a che punto siamo?

Sabato 18 febbraio incontro pubblico a Teramo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1037

AMBIENTE. TERAMO. “8 mesi dopo il referendum: a che punto siamo?” è questo il titolo dell’incontro organizzativo che si terrà sabato 18 febbraio alle ore 16:30 presso il Centro di Documentazione Ambientale WWF in via De Vincentiis a Teramo (recuperando così il precedente incontro del 3 febbraio, saltato a causa del maltempo).

L’incontro, al quale sono state invitate tutte le componenti che hanno raccolto le firme ed hanno promosso la campagna per il referendum contro la privatizzazione dell’acqua, servirà a valutare la situazione della gestione del servizio idrico nella regione Abruzzo ed in provincia di Teramo in particolare e presentare la campagna di obbedienza civile “Il mio voto va rispettato” lanciata a livello nazionale dal Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua.
A distanza di otto mesi dalla straordinaria vittoria al referendum del 12 e 13 giugno 2011, infatti, in nessuna realtà dove la gestione dell’acqua è affidata a privati è stato avviato il processo di ripubblicizzazione, né è stata eliminata la remunerazione del capitale investito (almeno 7% sulle bollette) così come ha chiesto dalla maggioranza delle italiane ed italiani.