BREVI

Patto dei sindaci, dall’Europa un plauso all’Abruzzo

Ballesteros sarà in regione per vedere sindaci

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1232

BARI. A Bari è arrivato un riconoscimento importante all'azione del Patto dei sindaci in Abruzzo.


Per il direttore generale del settore Energia della Commissione europea, Pedro Ballesteros, «l'esperienza abruzzese è modello di riferimento in ambito europeo, perché è riuscita a coinvolgere un numero rilevante di comuni e una parte consistente del territorio. È un esempio di politica partecipativa partita dal basso che coinvolge tutti e tre i livelli istituzionali presenti sul territorio». Il riconoscimento all'Abruzzo è stato sottolineato davanti al ministro dell'Ambiente, Corrado Clini, anche in relazione all'apporto che l'Italia sta dando all'attuazione del Patto dei sindaci. «Per noi - ha commentato l'assessore all'Energia Mauro Di Dalmazio - è un'ulteriore conferma dell'importante lavoro che stiamo portando avanti sul Patto dei Sindaci ma anche sulle politiche energetiche regionali. In questo senso - ha annunciato l'assessore - Pedro Ballesteros ha assicurato la sua presenza in Abruzzo proprio per sottolineare e ribadire il valore dell'esperienza abruzzese». Allo stato hanno aderito al Patto dei sindaci circa 3400 comuni e 47 Paesi; l'Italia è il Paese che sta dando all'apporto più consistente con circa un terzo dei comuni aderenti. In particolare, «in Abruzzo - sottolinea Di Dalmazio - in favore del Patto dei sindaci è stata stanziata la somma di 35 milioni di euro legati soprattutto all'efficientamento energetico. Ad oggi sono stati aperti sul territorio 636 cantieri, di cui 450 nei comuni con popolazione inferiore a 5000 abitanti per una spesa di 12,5 mln, 150 nei comuni con popolazione superiore a 5000 abitanti per una spesa di 8,2 mln e 36 avviati dalle quattro province».