BREVI

Maggioranza abbandona l’aula, polemiche a Celano

La seduta salta e rimangono sul tavolo temi importanti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1453

POLITICA. CELANO. Quattro consiglieri “dissidenti” costringono tutto il centrodestra del sindaco Filippo Piccone a non partecipare al consiglio. Così facendo argomenti importantissimi per la città quali il bilancio, la scuola di piazza Aia, la questione della sicurezza, il

POLITICA. CELANO. Quattro consiglieri “dissidenti” costringono tutto il centrodestra del sindaco Filippo Piccone a non partecipare al consiglio. Così facendo argomenti importantissimi per la città quali il bilancio, la scuola di piazza Aia, la questione della sicurezza, il tribunale di Avezzano, il parco fotovoltaico e i disservizi all'ufficio postale non sono stati discussi in consiglio comunale.
«È un fatto gravissimo che», attacca la minoranza, «dimostra come il Coordinatore regionale del PdL, Senatore e Sindaco di Celano non riesce più a tenere la maggioranza nella sua città di fatto lasciandola senza governo. Senza alcun fondamento è stato l'annuncio degli assessori di rimettere le deleghe: infatti, nessun atto formale, come previsto per legge, è stato compiuto e questa non appare altro che una mossa del Sindaco per gettare fumo negli occhi e per screditare i consiglieri comunali facendoli apparire velatamente di essere solo desiderosi di poltrone».
Il Gruppo di opposizione era presente sia in prima che in seconda convocazione.