CORRUZIONE, COMUNE CITTÀ SANT'ANGELO ACCOGLIE APPELLO NAPOLITANO

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1878

CRONACA. CITTA' SANT'ANGELO. Il consiglio comunale di Città Sant'Angelo stanzia simbolicamente 100 €. Il Consiglio Comunale, nella riunione del primo Marzo, ha aderito all'appello al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, promosso dalle associazioni Avviso Pubblico e Libera, per sollecitare interventi di contrasto alla corruzione. «Un problema», ha spiegato il vice sindaco Fernando Fabbiani, «che oltre a ledere la credibilità delle istituzioni e ad erodere il senso civico, impoverisce le risorse pubbliche. Un'aggravante, in un momento di così grave crisi economica». Il peso della corruzione sui bilanci pubblici, stimato dal procuratore generale della Corte dei conti Luigi Giampaolino, è intorno ai 50-60 miliardi di euro annui. L'Italia nella classifica di Trasparency International, che analizza la trasparenza dei processi decisionali nel settore pubblico di 178 paesi, da oltre un decennio perde posizioni ed è, nel dato 2010, al 67° posto sopravanzata da Ruanda, Ghana, Tunisia, Lettonia e Namibia. Nell'Unione Europea l'Italia è quart'ultima, davanti solo a Bulgaria,  Romania e Grecia. Oltre un milione di italiani (3,8% della popolazione), sono stati coinvolti in fatti corruttivi. I consiglieri hanno così raccolto l'invito a stanziare simbolicamente 100 €. La somma verrà impiegata a sostegno della campagna di comunicazione che diffonde l'appello di Avviso Pubblico e Libera, due associazioni da anni impegnate nella lotta per la legalità e contro le mafie. 03/03/2011 15.23