ECONOMIA, TERRA NOSTRA SCRIVE A BERLUSCONI

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

647

CRONACA. ABRUZZO. L'associazione abruzzese Terra Nostra scrive al premier Berlusconi per chiedere al Consiglio dei Ministri di stilare il regolamento per la ridefinizione delle quote private di Banca d’Italia (oggi rappresentate per il 92%) al Ministero del Tesoro. «Gli interessi su tutto il debito pubblico che oggi paghiamo alla BCE per il tramite della Banca d’Italia», spiega l'associazione, «vanno a favorire gli istituti privati che sono soci della stessa. Per quanto riguarda il rimborso delle quote di Banca d’Italia richieste dai suddetti istituti bancari, la informiamo che nulla e’ dovuto a costoro in quanto l’immenso patrimonio di Banca d’Italia si è costituito con decenni di interessi sul debito che i cittadini italiani hanno pagato con il prelievo fiscale e pertanto appare ovvio, per la proprietà transitiva, che il patrimonio della stessa appartiene ai cittadini italiani. Se proprio dovesse essere minacciato dalle lobbies bancarie, potrebbe "rimborsare" i suddetti detentori con il restante 95% dei capitali non rientrati per mezzo dello "scudo fiscale" oppure con i miliardi di euro che i concessionari di Slot Machines hanno evaso». 01/03/2011 12.17