LAVORO: DENSO; SCIOPERO CONTRO PAGAMENTO PER PEZZO MAL FATTO

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

754

CRONACA. SAN SALVO. Due ore di sciopero da effettuarsi alla fine di ogni turno sono state proclamate dallo Slai Cobas alla Denso di San Salvo, per lunedì prossimo, 28 febbraio. Motivo dell'azione di protesta, la penale che sarà costretto a pagare un operaio, attivista dello Slai Cobas, che lavorando sul macchinario di cui era responsabile avrebbe prodotto dei pezzi risultati non idonei. Dal canto suo la Denso afferma di aver applicato la norma di contratto di lavoro dei metalmeccanici in cui è previsto che se per colpa o dolo un dipendente causa un danno nella produzione é tenuto al risarcimento, anche attraverso la rateizzazione dell'addebito. L'azienda - che produce nella zona industriale di Piana Sant'Angelo alternatori, motorini d'avviamento e tergicristalli - afferma inoltre che lo sciopero è "pretestuoso e ingiustificato" in quanto lo Slai Cobas non avrebbe sottoscritto il contratto di lavoro applicato; sempre l'azienda, sostiene che la Rsu per provvedimenti simili non ha mai fatto obiezione. 26/02/2011 9.54