La Borto di Saverio La Ruina in scena ad Ortona

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

597

TEATRO. ORTONA. È un teatro profondamente femminile quello che Saverio La Ruina presenta giovedì 17 alle ore 21.15 sul palcoscenico del Teatro Tosti di Ortona nella rassegna di teatro contemporaneo Respiri di Scena curata dal Teatro del Krak. Una femminilità interiore, solo accennata, che si nutre di un gesto, di un sussurro, di un movimento leggero, delle mani o del corpo. E, soprattutto, della straziante verità delle parole alle quali il dialetto calabrese, con la sua severa musicalità, offre una forza dirompente. Un testo crudo, impietoso La Borto che Saverio La Ruina interpreta con una coraggiosa pacatezza, seduto su di una sedia, sostenuto dal suono degli strumenti a fiato suonati dal vivo da Gianfranco De Franco, che dà le spalle al pubblico, avvolto nell'oscurità che ricorda il buio del mondo in cui è costretta a vivere la protagonista, appena rischiarato dai suoi sogni che hanno per protagonista Gesù  Cristo, che prima la rimprovera e poi via via è sempre più dolce verso il calvario terribilmente umano di questa donna martoriata. 16/02/2011 17.47