Da' fuoco alla casa dopo discussione con la madre, arrestato

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

581

CRONACA. CITTA’ SANT’ANGELO. Dopo una discussione con la madre avrebbe appiccato un incendio nella casa in cui vivono, a Citta' Sant'Angelo, in contrada Gagliarano. Per questo un uomo di 42 anni, Rinaldo Tepore, e' stato arrestato dai carabinieri della compagnia di Montesilvano, coordinati dal capitano Enzo Marinelli, per il reato di incendio aggravato. Il rogo si e' sviluppato nella notte, verso l'una. Madre e figlio avrebbero discusso, secondo i carabinieri, poi la donna sarebbe uscita di casa e il figlio avrebbe appiccato l'incedio, che ha distrutto la camera da letto della donna, rendendola inagibile, con danni anche alle altre stanze generati da fumo e calore. A domare le fiamme sono stati i vigili del fuoco di Pescara e Montesilvano. Sul posto, per accertare cosa fosse accaduto nel casolare, anche i carabinieri di Montesilvano e Citta' Sant'Angelo, questi ultimi diretti da Arturo D'Addona. Nei giorni scorsi, a quanto pare, il figlio della proprietaria della casa avrebbe minacciato la donna di voler incendiare l'abitazione e avrebbe anche provato a dare fuoco ad una tenda. Poi, davanti ai carabinieri, stanotte l'uomo avrebbe sussurrato qualcosa alla donna del tipo "Te lo avevo detto che avrei appiccato l'incendio". Lei, pero', ha tentato di sminuire tutto e ha anche detto che probabilmente il rogo sarebbe scaturito da una coperta termica. Alla base della discussione, comunque, ci sarebbero solo futili motivi. L'uomo e' rinchiuso in camera di sicurezza. 18/01/2011 13.15