Bullismo, 6 istituti coinvolti in un progetto di mediazione interculturale

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

782

CRONACA. ABRUZZO. Contrastare forme di disagio sociale che possono scaturire in comportamenti devianti e in azioni di bullismo. Questo il primo obiettivo del progetto “I colori della vita” promosso dall’Assessorato alle politiche sociali che ha preso il via questa mattina con una riunione dei direttori didattici coinvolti. Sei gli istituti comprensivi nei quali verrà svolto il progetto: a Martinsicuro, Alba Adriatica; Castellalto; a Teramo, Istituto Comprensivo “F. Savini – San Giuseppe; a Nereto e a Cellino Attanasio. I destinatari dell’intervento, infatti, sono i minori fino a 14 anni con una particolare attenzione ai minori stranieri e a quelli con difficoltà relazionali. Martinsicuro, Nereto e Alba Adriatica sono i comuni dove si registra la più alta percentuale di stranieri, fra 14 e il 15% circa della popolazione:  il totale dei minori che insistono sui territori coinvolti dalle attività progettuali sono 11074, di cui 1247 stranieri. I beneficiari del progetto sono le famiglie, gli insegnanti e gli educatori. Il progetto si svilupperà nell’arco di sei mesi; si avvarrà dell’apporto professionale di tre psicologi/mediatori che affiancheranno la scuola e la famiglia e che, fra le altre cose, daranno vita a dei laboratori educativi 2 ore a settimana in ogni scuola. 13/01/2011 17.24