Castelguidone, comune condannato per lo sfratto della Pro loco

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1548

CRONACA.  VASTO.  La sezione pescarese del Tar ha annullato, perché illegittimo, lo sfratto della Pro loco di Castelguidone eseguito dall'amministrazione comunale. Nei mesi scorsi il sindaco Mario Cicchillitti decise di sfrattare l'associazione da un locale comunale concesso in comodato. Lo sfratto sarebbe stato deciso perché la Pro loco è critica nei confronti della Giunta comunale. Dopo gli scontri verbali a mezzo stampa tra il sindaco e la presidente della Pro loco, Gabriella Di Stefano, la questione si chiuse con un atto di forza dell'amministrazione. Uno sgombero coatto del materiale in uso all'associazione, disposto dal sindaco, ed eseguito dai dipendenti comunali. La presidente Di Stefano impugnò il provvedimento dell'amministratore facendo ricorso al Tar. Il comune di Castelguidone è stato anche condannato al pagamento a favore della parte ricorrente delle spese e degli onorari di giudizio. 29/12/2010 19.29