Madre faceva prostituire la figlia: denunciata 38enne francese

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

955

CRONACA. PESCARA. La Polizia Ferroviaria di Pescara ha denunciato all'autorita' giudiziaria una entreneuse di origine francese di 38 anni che avrebbe indotto ripetutamente la figlia minorenne a prostituirsi, organizzando incontri a pagamento con clienti che lei stessa reperiva in appartamenti di Montesilvano (Pescara). E' stata la ragazzina a confidarsi con il personale della Polfer, diretto da Davide Zaccone, dopo essere stata fermata su un treno perche' senza biglietto. Non aveva neppure i documenti, che la madre le avrebbe sequestrato. Ha spiegato di essere fuggita a luglio 2008 dalla comunita' a cui era stata affidata e di essere tornata a casa con la madre, ma questa l'avrebbe costretta a prostituirsi. Di qui la scelta di fuggire nuovamente e di rifugiarsi da amici. Confidandosi con la polizia la francese ha raccontato che durante il periodo di convivenza la madre le impediva di uscire, se non insieme a lei. I guadagni andavano tutti alla madre della ragazzina, che ha appena compiuto 18 anni. La donna dovra' rispondere di induzione alla prostituzione, maltrattamento di minori in famiglia e sottrazione consensuale di minori. 29/11/2010 14.10