Gare nazionali e percorsi "tra le macerie" alla fiera di Arischia

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1349

CRONACA. L’AQUILA. Cinque spettacoli equestri, un percorso per non dimenticare la tragedia del terremoto e un’area didattica sull’importanza del rapporto con gli animali sono le principali novità della 22esima edizione della “Fiera di ottobre”, che si svolgerà nella frazione aquilana di Arischia sabato 9 e domenica 10 ottobre. Tra gli appuntamenti principali per questa edizione, il gran galà equestre, in programma alle 21.30 di sabato. Sempre sabato, sono previste alcune gincane con i cavalli, tra cui quella regionale programmata alle 15 circa, che è valida (come riferito dagli organizzatori) anche per accedere alle finali nazionali di categoria di Verona, organizzate dalla federazione italiana sport equestri. Sabato e domenica mattina, a partire rispettivamente dalle 9 e dalle 8, è in programma la “Fattoria didattica”, che ha lo scopo di dimostrare ai bambini l’importanza, per l’uomo, del mondo degli animali. Per tenere alta l’attenzione sulle conseguenze del terremoto del 6 aprile dello scorso anno, alle 15.30 di sabato partirà dall’Aquila, segnatamente da piazza d’Armi, una fiaccolata cui si potrà partecipare a cavallo, in bici o a piedi. La fiaccolata, denominata “dalle macerie dell’Aquila alle macerie di Arischia”, transiterà per le strade interne dei quartieri di Pettino e Cansatessa, per le interpoderali di San Vittorino e raggiungerà Arischia. 07/10/2010 15.36