RIMPASTO IN GIUNTA A TAGLIACOZZO, SINDACO CACCIA ASSESSORE

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

635

  POLITICA. TAGLIACOZZO. «La revoca delle deleghe all'assessore Alfonso Gargano è stata determinata da una mancanza di fiducia venuta meno a pochi giorni dalle elezioni». Così il sindaco di Tagliacozzo, Maurizio Di Marco Testa, ha motivato la decisione di far uscire Gargano dalla giunta comunale. «A trenta giorni dall'insediamento l'ex assessore aveva costituito un gruppo consigliare interno alla maggioranza da utilizzare come ago della bilancia con assurde pretese», ha precisato il primo cittadino, «diverse volte ha cercato di incrinare i rapporti all'interno della maggioranza impedendo il regolare percorso dell'attività amministrativa. Da qui è nata la decisione di revocare le deleghe all'assessore Gargano e di assegnarle a un altro membro del consiglio comunale». Sulle proteste di un gruppo di cittadini durante il Consiglio di martedì il sindaco ha chiarito «quel tipo di polemiche non erano consone a un luogo istituzionale come la sala consigliare, come del resto è da condannare il volontinaggio anonimo contro l'amministrazione usato da persone meschine che non hanno il coraggio di esporsi in prima persona. Chi ha delle rimostranze da fare può venire a parlarne direttamente come me, la porta del Municipio è sempre aperta». 30/11/2011 17:41