EVASIONE FISCALE: GDF PESCARA PIGNORA BENI TRA CUI UNA FERRARI

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1060

CRONACA. PESCARA.  Beni per 200mila euro sono stati pignorati nel corso di un'operazione congiunta della Guardia di Finanza e di Equitalia ai danni di una societa' dell'entroterra pescarese che opera nel settore della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti. Il sequestro ha riguardato autovetture e una Ferrari 430 F1. Gli accertamenti svolti dalla Guardia di Finanza di Pescara con Equitalia hanno evidenziato che la societa' disponeva di svariati automezzi da lavoro, di autovetture e motocicli su cui e' stato effettuato il pignoramento da parte di Equitalia, tra cui un'Audi A6, una moto Yamaha 500 e la Ferrari. Trascorsi i termini entro cui il debitore avrebbe dovuto pagare integralmente il debito, al pignoramento e' seguita la vendita e l'aggiudicazione all'incanto della Ferrari per 55.000 euro, incassati da Equitalia a saldo di una parte del debito iscritto a ruolo da riversare agli enti creditori. Il pignoramento - spiegano dalla Guardia di Finanza - rientra nella piu' ampia strategia di recupero dei tributi evasi e di applicazione effettiva delle pene nei confronti dei trasgressori, fondamentale anche per contrastare concretamente l'evasione fiscale complessivamente. 28/11/2011 18:41