TRUCIDATI DAI NAZISTI, GLI STUDENTI DI LANCIANO RICORDANO LA TRAGEDIA DEL 1943

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

777

CRONACA. ROCCARASO. In località bosco dei Limmari (Valle della Vita) i soldati tedeschi trucidarono 128 persone, tra essi 34 bambini al di sotto dei 10 anni e un bimbo di un mese e 60 donne, senza motivazioni documentate, ma per il semplice sospetto che la popolazione civile sostenesse i partigiani. Fu una strage commessa dai nazisti durante il periodo di occupazione in Italia, avvenuta il 21 novembre 1943 a Pietransieri, oggi frazione del comune di Roccaraso. Ogni anno la sera precedente la ricorrenza, in una silenziosa processione illuminata dalle fiaccole, gli abitanti di Pietransieri salgono dalla Valle della Vita e raggiungono il Sacrario dove riposano i caduti e dove vengono letti, casolare per casolare, i nomi dei morti trucidati, mentre le luci del paese sono completamente spente. Lo scorso anno oltre 60 ragazzi del Liceo Scientifico di Lanciano sono stati attivamente presenti alla Fiaccolata della Memoria. Quest’anno il numero dei ragazzi è salito a 120. Sono soprattutto ragazzi del Liceo Scientifico, ma anche del Liceo Classico di Lanciano ed alcuni studenti che torneranno dalle loro sedi universitarie (Roma, Bologna, Ancona, Siena, Ravenna, Pavia) appositamente per partecipare alla Fiaccolata. 17/11/2011 8.48