Basket. Il derby è del Roseto. Stesa 68-57 la Proger Chieti

Gara equilibrata. PalaMaggetti in festa

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

52

Basket. Proger Chieti e Roseto pronte e motivate per la prossima A2

Proger


ROSETO. Davanti a un PalaMaggetti formato serie A, sui cui spalti siedono quasi 3000 persone, la Mec-Energy Roseto vince il derby d'Abruzzo contro Chieti col risultato di 68-57. Ciò è potuto succedere grazie a una difesa ferrea, che ha subito solamente 43 punti nei primi 35 minuti di gioco, salvo poi alleggerire la morsa nel finale, a risultato acquistato. L'attacco è stato poco prolifico, a causa della grande tensione e dell'aggressività difensiva delle Furie, nei primi tre periodi di gioco (appena 43 punti realizzati) per poi sciogliersi ed esplodere nei primi minuti dell'ultimo quarto, quelli decisivi per l'esito finale del match. Spettacolare prova di Allen, che segna 33 punti, ma da un ottimo contributo anche in difesa, dove si sente e non poco anche la presenza di Sylvere Bryan (9 rimbalzi catturati nel proprio pitturato, complessivamente sono 13). Solito contributo prezioso anche dagli altri esterni: Marini, che oggi toccava quota 110 presenze in maglia Sharks, Moreno, principalmente nella prima metà di gara, e Marulli, per le giocate decisive nell'ultima frazione di gioco. Nelle fila degli ospiti, il miglior realizzatore è stato Armwood con 19 punti, a cui si aggiungono 14 rimbalzi, e ottima prova di Monaldi, con 10 punti e 5 rimbalzi, con anche diversi assist distribuiti.   

Alla palla a due, coach Trullo schiera Marulli playmaker, Allen nello spot di guardia, Weaver e Ferraro ali, Bryan centro. Risponde coach Galli con Monaldi in cabina di regia, Piccoli e Sergio come esterni, Allegretti e Armwood sotto canestro. Buon inizio da parte degli Sharks con un parziale di 4-0 firmato da Bryan e Allen. Chieti, invece, inizia molto contratta, commettendo diversi errori al tiro (il primo canestro dal campo di marca biancorossa arriva infatti al 6° minuto, per il 6-5). Le Furie trovano il primo sorpasso sul 6-7 grazie a un 2/2 dalla lunetta di Allegretti. Allen, tuttavia, risponde con 5 punti di fila e Moreno infila la tripla che fa esplodere tutto il PalaMaggetti: 14-7 a 1:09 dalla prima sirena. Al 10° minuto il punteggio è di 14-9. Marini apre il secondo quarto con la tripla del +8 per il 17-9. In questi minuti, i giocatori centrano la retina più frequentemente, a differenza del primo periodo, povero di realizzazioni. Sergio mette la tripla del -2 (23-21), sfruttando un momento di black-out offensivo dei biancoazzurri; tuttavia, Borra e Marini tornano immediatamente a segnare: 28-21 a 2:30 dall'intervallo lungo. A metà partita, il risultato è sul 34-27.

Sergio e Armwood accorciano il gap in apertura di terzo quarto sul 35-32. Poco dopo, Vedovato mette i liberi del -1 e Roseto perde palla in attacco: il momento non è sicuramente dei migliori. Si continua, purtroppo per gli Sharks, sulla stessa scia: infatti, passano pochi secondi e Monaldi confeziona il gioco da 3 punti, in cui è contenuto anche un fallo tecnico contro Weaver, del nuovo sorpasso ospite dell'incontro, ma Allen risponde con un canestro da sotto il ferro: 40-38 a 1:45 dalla fine della terza frazione. I ragazzi di coach Trullo provano a scappare con Marini negli ultimi secondi del quarto, ma Monaldi mette il canestro del 43-40, con cui si chiude il terzo periodo. Negli ultimi dieci minuti di gioco, si scatena Bryon Allen: per lui, 4/4 da 3 in 3 minuti di gioco e il divario tra le due compagini si allarga a ben 17 lunghezze (60-43), frutto di un parziale di 17-3. La Proger non può che soccombere al momento stratosferico degli Sharks, ma si applica comunque per salvare l'onore, appoggiandosi ai canestri di Monaldi e Armwood. Il derby d'Abruzzo si chiude sul 68-57, per la prima volta in cinque occasioni.    

I ragazzi di coach Trullo devono essere bravi a trasformare l' esaltazione per il derby vinto in energia positiva, in vista della trasferta di Treviglio: l'incontro è fissato per domenica 22 novembre alle ore 16.

TABELLINO

Roseto: Allen 33, D'Emilio ne, Borra 6, Ferraro, Papa, Marini 11, Mariani ne, Trevisan ne, Bryan 2, Marulli 8, Moreno 8, Weaver All: Trullo

Chieti: Abbott 10, Piazza 6, Allegretti 4, Marchetti, Sipala ne, Piccoli 3, Vedovato 2, Sergio 3, Monaldi 10, Armwood 19 All. Galli

Arbitri: Mattioli, Nuara, Foti

Note: Parziali: 14-9, 34-27, 43-40. Roseto: 25/65 dal campo, 15/36 da 2, 10/29 da 3, 8/11 ai liberi, 45 rimbalzi (14 offensivi), 13 assist, 18 palle perse, 6 palle recuperate. Chieti: 21/64 al tiro, 16/40 da 2, 5/24 da 3, 10/16 ai liberi, 42 rimbalzi (15 offensivi), 9 assist, 14 palle perse, 11 palle recuperate. Usciti per 5 falli: nessuno 
Luogo: PalaMaggetti Turno di A2 Silver: 8° Spettatori: 2800