AMMINISTRATIVE 2012

Elezioni, Cordoma ci riprova: «il mio sarà un governo tecnico»

Pdl contro «schizofrenia» dell’Udc pescarese

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3191

Elezioni, Cordoma ci riprova: «il mio sarà un governo tecnico»
MONTESILVANO. Il fatto che abbia deciso di scendere in campo con il partito Grande Sud non «ha il sapore di vendetta o di ripicca nei confronti del Pdl».

Ne è certo il sindaco uscente Pasquale Cordoma che ha deciso di candidarsi, anche dopo che il suo partito di riferimento lo ha scaricato per puntare tutto su Manola Musa, nonostante gli fossero state offerte «poltrone alla Regione e incarichi di dirigenza nel partito». Ma lui no, ha scelto di candidarsi nuovamente.
«Questa è la mia volontà», ha spiegato il primo cittadino, «di aderire ad un progetto politico importante, con l'obiettivo di portare avanti il lavoro avviato con la città».
Cordoma nel corso di una conferenza stampa, ha espresso l'intenzione di voler formare, nel caso di un successo elettorale, «una giunta composta da tecnici, un po' come il Governo Monti, perché ogni professionista, conoscendo le reali esigenze delle persone e del territorio, deve fare il suo lavoro, mentre la politica deve stare da parte».
«Il Pdl - ha aggiunto Cordoma - dovrà spiegare le scelte fatte. Con Grande Sud vogliamo tornare in mezzo alla gente, è un atto dovuto, soprattutto a coloro che me lo chiedono tutti i giorni, incitandomi a non mollare». Illustrando i risultati raggiunti in questi 5 anni - «le strade, le scuole e, soprattutto, il risanamento delle casse comunali» - il sindaco ha detto di «voler regalare, per amore del territorio, altri cinque anni a questa città. E' proprio l'amore per Montesilvano - ha concluso - a far sì che io mi candidi nuovamente».
Ma in queste ore c’è molto caos in casa Pdl tanto che il presidente della provincia Guerino Testa ha convocato un Tavolo politico urgente per discutere e affrontare «quell’anomalia», la chiamano così, che si è determinata sul territorio con gli esponenti dell’Udc che da un lato fanno parte della coalizione di governo della maggioranza in Provincia, ma dall’altro sostengono, a Montesilvano e Spoltore, due candidati sindaci alle prossime amministrative, Attilio Di Mattia e Luciano Di Lorito, che sono anche consiglieri provinciali di opposizione a Pescara. «Siamo dinanzi a una discrepanza che la coalizione di centrodestra ritiene vada chiarita», ha commentato il coordinatore provinciale del Pdl Lorenzo Sospiri, «per comprendere quale sia la posizione da assumere, a questo punto, con l’Udc che deve fare luce sulla propria collocazione politica sull’intero territorio».
Per Sospiri Di Mattia «è alla ricerca spasmodica di attrarre e ottenere il consenso di tanti ex esponenti della maggioranza di centro-destra del sindaco uscente all’interno dell’area Udc, sta dimostrando evidentemente di apprezzare quello stesso governo Cordoma».