FINANZIAMENTI PUBBLICI

Lungofiume Saline, l’argine a rischio frana. Stanziati 230 mila euro

La scoperta della ‘fragilità’ del terreno dopo l’ultimo sequestro

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

70

Lungofiume Saline, l’argine a rischio frana. Stanziati 230 mila euro

Fiume Saline

MONTESILVANO. Il genio Civile ha stanziato un finanziamento per l'esecuzione di alcuni interventi a protezione dell'argine del lungofiume Saline.

L'annuncio arriva dall'assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Montesilvano, Valter Cozzi che specifica che durante i sopralluoghi eseguiti nelle scorse settimane, insieme alla Regione e all'Arta per la verifica dello stato dei luoghi della discarica di Villa Carmine, dopo il sequestro, è emersa una fragilità dell'argine del lungofiume. Si sono resi necessari degli interventi a protezione della sponda. Il Genio Civile ha quindi stanziato un finanziamento di 230 mila euro che consentirà l'esecuzione di tali opere».

Ad aprile scorso il personale della Guardia Costiera ha posto sotto sequestro l’intera discarica ubicata in località Villa Carmine del Comune di Montesilvano.

Si tratta di un ampio appezzamento di terreno nel mirino dei residenti da molto tempo e che in parte costeggia il fiume che è anche oggetto di azione ministeriale per il disinquinamento essendo Sin (sito di interesse nazionale per le bonifiche) ma che finora non ha goduto di risultati apprezzabili.

Secondo le nuove indagini i rifiuti ammassati sul terreno producevano percolato che finiva nel fiume.

La discarica di “Villa Carmine”, realizzata intorno alla seconda metà degli anni settanta, è stata utilizzata dal Comune di Montesilvano sino a circa un decennio fa, prima di essere dismessa a seguito del raggiungimento del tetto massimo di conferimento di rifiuti autorizzato.

Il provvedimento di sequestro, emanato dal gip del Tribunale di Pescara, è stato ritenuto necessario in quanto l’accertato stato dei luoghi ha evidenziato «una cattiva gestione della discarica, che di fatto ha provocato un grave degrado con conseguente danno dell’ambientale circostante».

Lo scorso anno un tratto del lungofiume era stato interessato da un movimento franoso, dovuto ad un'ondata di maltempo, che aveva causato il crollo di parte della carreggiata.

«Anche in quell'occasione - ricorda l’assessore Valter Cozzi - grazie alla tempestività dell’intervento da parte del Genio Civile è stato possibile mettere in sicurezza la strada, ricostruendo parte della carreggiata. Ora sono necessari ulteriori interventi di rinforzo, a sostegno dell'argine soggetto al fenomeno erosivo del fiume, che saranno possibili grazie a questo importante finanziamento».

Una volta ottenute le autorizzazioni necessarie, alla luce delle indagini in corso sulla discarica, «ci auguriamo», chiude l’assessore, «che si possano avviare le opere di contenimento in tempi molto stretti. Ancora una volta – conclude Cozzi - abbiamo attivato le sinergie finalizzate alla messa in atto delle iniziative necessarie alla tutela dell'ambiente, alla salvaguardia della sicurezza pubblica e alla valorizzazione del territorio».